02/08/2016 – DAHUA: Box per videosorveglianza territorio

La Videosorveglianza rappresenta oggi un settore in crescente sviluppo e un campo dove sono stati raggiunti grandi risultati.
 Il box ha possibilità di connettere fino a 4 telecamere per sorvegliare i quattro angoli della zona di installazione.
E’ considerato un mezzo per garantire la sicurezza di vari settori, quali banche, imprese, scuole, enti pubblici e commerciali.
Grazie alla connessione 3G o LAN (Wi-Fi o cablata) si ha la possibilità di visualizzare in tempo reale le immagini riprese oppure quelle registrate, al fine di monitorare aree interne ed esterne.
L’area cittadina può essere servita in modo capillare per ciò che riguarda la videosorveglianza: la possibilità cioè di monitorare le zone più a rischio in qualsiasi ora del giorno, caratteristica fondamentale per la sicurezza di persone e ambienti critici.
Il box può essere fissato a palo (tramite apposite staffe) o a muro. Per evitare il surriscaldamento dei componenti è prevista una ventilazione forzata tramite una ventola (d80) e una ripresa d’aria con filtro. Sul lato inferiore sono previsti 4 raccordi guaina/scatola per il passaggio dei cavi per le telecamere e un raccordo guaina/scatola per l’ingresso alimentazione ed eventuale rete LAN o Fibra ottica è necessario inserire uno switch con porta fibra). Inoltre, tramite un tamper, è possibile generare un allarme a fronte di manomissione del box e, in aggiunta, è possibile installare una telecamera di sicurezza. All’interno del box è presente un interruttore sezionatore 230V e una presa 10/16A di servizio. Infine, altro importante vantaggio, è la possibilità di un’alimentazione di backup autonoma che consente in mancanza di rete il funzionamento per il tempo necessario ad una verifica di zona in caso di blackout.
box2 box